Lun. Apr 15th, 2024

Rimonta e sorpasso in classifica. La Fiorentina supera la Lazio al Franchi, nella sfida che chiude la 26ª giornata in Serie A, e si porta al settimo posto. Nonostante la sfortuna rappresentata da quattro pali colpiti e un rigore sbagliato, i toscani si impongono grazie alle reti di Kayode e Bonaventura, ribaltando lo svantaggio firmato da Luis Alberto, allo scadere del primo tempo, che è un monologo a tinte Viola ma dal finale horror per i ragazzi di Italiano. La Fiorentina, infatti, domina in lungo e in largo la prima frazione di gioco e allunga nella speciale classifica dei ‘legni’ colpiti. I toscani colpiscono ben tre pali in 41 minuti, portando a ben 16 il numero di montanti centrati in stagione. Ci prova prima Sottil, da buona posizione, ma la conclusione è alta, poi Nico Gonzalez, con Provedel che manda la palla sul palo e la conclusione a botta sicura di Bonaventura, sul “rimbalzo” viene salvata da un intervento in extremis di Casale. La Fiorentina spinge e colpisce un altro palo con il colpo di testa di Belotti, mentre il tris di ‘legni’ viene completato al 41’ sull’asse Biraghi-Nico Gonzalez, con il tocco dell’argentino sull’angolo a rientrare battuto dal compagno. Allo scadere, la Lazio capitalizza l’unica occasione del primo tempo: contropiede perfetto nell’unico minuto di recupero concesso dall’arbitro Guida, con Guendouzi, che manda in porta Luis Alberto, che non sbaglia e con il destro batte Terracciano. In avvio di ripresa, la Fiorentina torna a spingere: al 56’ conclusione potente di Nico Gonzalez, da fuori area che sorvola la traversa. Poco più tardi Provedel, salva sul colpo di testa di Ranieri, sugli sviluppi di un corner. La Fiorentina trova il pari meritatamente con Kayode, che con un tocco da pochi passi, segna il suo primo goal in Serie A e riporta il risultato in parità. La squadra di Italiano ha la possibilità di ribaltare il risultato cinque minuti più tardi, ma la spreca malamente: Belotti conquista un calcio di rigore, causato dal fallo di Casale, ma Nico Gonzalez, lo spedisce sul palo, fallendo il secondo penalty di fila dopo quello contro l’Inter. I Viola colpiscono così il palo numero 4 della serata. L’appuntamento col vantaggio, tuttavia, è solo rimandato: al 69’ Beltran, infatti, calcia dal limite e trova la respinta di Provedel, che non è perfetta, così Bonaventura, si fionda sulla ribattuta e firma la rete del 2-1. Sarri, prova a inserire forze fresche e la sua squadra cerca una reazione che però è troppo timida e non produce l’effetto sperato. Vince la Fiorentina dunque, che effettua il sorpasso sulla stessa Lazio e si porta a quota 41 in classifica, a sette punti dal quarto posto occupato dal Bologna.

Hermes Monti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *