Lun. Apr 15th, 2024

Terracciano 6.5
Nel primo tempo compie diversi interventi importanti, nella ripresa non è preciso in uscita su Leao, anche se non sono sue le principali responsabilità. Fa ciò che può.
Dodô 5
Torna titolare dopo mesi e lo fa contro un avversario di tutto rispetto come Leao. I risultati si vedono, visto che lo soffre per tutta la partita senza mai riuscire ad arginarlo. Scelta rivedibile, ma probabilmente dettata dalle condizioni di Kayode, dopo le fatiche con la Nazionale. (Dal 69′ Kayode 6. Deve spingere e portare palloni in area. Ci prova, in parte ci riesce, ma non cambia la partita).
Milenkovic 4.5 Il Meno in Palla
Scivola e regala il gol a Loftus-Cheek, poi si perde completamente Leao, in velocità. Una partita totalmente da dimenticare per il centrale serbo, che è decisamente il peggiore in campo.
Martinez Quarta 5.5
Più attento del suo compagno di reparto, ma anche lui non gioca una partita indimenticabile. Concede tanto agli avversari, troppo e in occasione dell’1-2 è troppo alto lasciando spazio agli attaccanti rossoneri.
Biraghi 5.5
Soffre la velocità di Chukwueze, tant’è che rimedia un giallo sacrosanto dopo non molti minuti. Gestisce il peso del cartellino, prende le misure, ma in difesa non si salva neanche lui.

Duncan 6.5 Il Più in Palla Bel gol, seppur inutile, ma anche una prestazione importante in mezzo a tante insufficienze. Rispetto ad Arthur, dà più fisicità, ma in fase di palleggio si percepisce l’assenza di un vero playmaker.

Mandragora 5.5                                                                                                                                                                                                                            Si vede troppo poco, con l’unico vero squillo nella ripresa con la grande risposta di Maignan.
Kouame 6
Qualche guizzo utile, soprattutto quando fa ammonire Thiaw, ma in generale non ci si poteva aspettare tanto di più dopo tanto tempo lontano dal campo. Deve ritrovare la condizione, ma può essere l’arma in più di questo finale di stagione. (Dal 68′ Nico Gonzalez 5.5. Una bella giocata sulla fascia a superare Calabria, è l’unica vera cosa buona dal suo ingresso in campo. Per il resto fa troppo poco).
Beltran 6
Si sbatte, lotta e serve Duncan per il gol del momentaneo pareggio. È sicuramente tra i giocatori più in forma della squadra di Italiano e anche ieri lo fa notare. (Dal 79′ Nzola 5.5. Non tocca praticamente mai il pallone e non incide come vorrebbe Italiano).
Ikonè 5+
Parte bene, poi però si perde nel secondo tempo. Ancora ci si aspetta il salto di qualità e una certa continuità, ma la fiducia, dopo più di due anni, rischia di venire meno. (Dall’88’ Sottil SV).
Belotti 5.5
A livello di voglia e determinazione ci siamo, ma in fase di rifinitura sotto porta mette in mostra diverse lacune.
Italiano 5.5
Qualche scelta sbagliata, col senno di poi, ma anche una gestione della partita che fa tornare alla mente il gol preso in finale di Conference. Casi diversi, situazioni diverse e anche colpe differenti, certo, ma è giusto farlo notare. Dodô e Kouame, non sono scelte azzeccatissime ma alla fine “questi siamo”. Adesso la testa va inevitabilmente alle coppe, con la consapevolezza che mercoledì, contro questa Atalanta, la Fiorentina parte sfavorita.

Jacopo Massini 

Il nostro Caporedattore Sportivo Jacopo Massini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *