Lun. Apr 15th, 2024

Anche ieri, 31 marzo, come di consueto, si è svolto il giorno di Pasqua, il tradizionale “Scoppio del Carro” che ha visto la Colombina compiere un volo di andata e ritorno praticamente perfetto, ottimo auspicio dunque, secondo la saggezza popolare, per la prossima stagione agricola nelle campagne fiorentine. Questa tradizione fiorentina, che possiamo definire unica, non essendovene, per quanto a nostra conoscenza, di analoghe nel mondo, risale alla prima crociata, quando Pazzino dè Pazzi, fu il primo Cristiano ad entrare a Gerusalemme il 15 luglio del 1099, ricevendo come premio da Goffredo di Buglione, il comandante crociato, tre frammenti del Santo Sepolcro, che Pazzino portò con sè, al suo ritorno a Firenze. All’inizio questa sorta di reliquia, venne conservata nel palazzo di famiglia dei Pazzi, in Via del proconsolo 10, per poi essere trasferita nella chiesa di Santa Maria Sopra Porta, poi ridedicata a San Biagio, dove rimase fino al 27 maggio del 1785 data di soppressione di questa chiesa, sita accanto al Palagio di parte Guelfa ed oggi sede di una biblioteca comunale. Da quel giorno e tuttora, i tre frammenti del Santo Sepolcro, sono all’interno della chiesa dei Santi Apostoli, custoditi insieme alla Colombina, in un’apposita nicchia protetta, nella prima cappella a sinistra. Va detto che la Colombina, custodita in Santi Apostoli, non è la protagonista del volo, che, invece è affidato a quattro piccoli razzi, assemblati insieme a prendere le sembianze, appunto di una colomba bianca. Tuttavia la Colombina nella nicchia, rappresenta un capolavoro di arte orafa fiorentina della fine del ‘300, periodo al quale risale l’attuale usanza pirotecnica, che era andata a sostituire la semplice distribuzione ai Fiorentini, del Fuoco Santo, acceso proprio usando come acciarini i tre frammenti del Santo Sepolcro. Vi è poi un aspetto profano ma non troppo a Firenze, dello “Scoppio del Carro” quello del sorteggio delle semifinali del Calcio Storico Fiorentino, conosciuto in città come Calcio in Costume, che ieri ha dato i seguenti accoppiamenti: Azzurri di Santa Croce contro Verdi di San Giovanni, che si giocherà il primo giugno e Bianchi di Santo Spirito contro Rossi di Santa Maria Novella, che si giocherà il giorno seguente vale a dire il 2 giugno.

Luca Monti

Ph. Stefano Giannattasio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *